Reverse Engineering

 

Tramite la scansione 3D viene prodotta una nuvola di punti o una mesh poligonale che rappresenta digitalmente la forma dell’oggetto rappresentandone la sua volumetria. La singola scansione genera una nuvola di punti o una mesh che rappresenta la porzione inquadrata dal sistema di scansione. Ripetendo più volte l’acquisizione da varie angolazioni sarà possibile ottenere l’intera forma dell’oggetto.  Tale metodo si presta bene per esempio nella scansione di forme artistiche, di oggetti di forma ridotta e complessa. Il modello quindi, potrà essere esportato in formato STL/PLY o altro, utilizzabile con macchine a controllo numerico, sistemi di prototipazione rapida o come riferimento per la ricostruzione matematica o modifica dell’oggetto in sistemi CAD o programmi di Reverse Engineering.


PLASTIK DESIGN © 2018