Rapid Prototyping- Servizio Professionale di Stampa in 3D

Realizziamo Prototipi fino a 100 Micron di approssimazione, dai forma alle tue idee!

Contattaci per un preveventivo gratuito 06 52 14576

o attraverso la nostra e-mail: amministrazione@plastikdesign.it

In dettaglio le fasi che portano alla realizzazione del prototipo sono le seguenti:
1)Creazione del file STL (inviando alla nostra E-mail il vostro file .stl del progetto, avrete un preventivo in poche ore)
2)Costruzione del prototipo attraverso una stampante 3D di ultima generazione
3)Post trattamenti
Fase 1, la creazione del file STL: La fase di generazione del file STL si può scomporre in due sotto-processi; in particolare la prima sotto-fase impegna l'intelletto del progettista e consiste nel realizzare il modello matematico, esclusivamente in ambiente CAD, partendo da due strade ben distinte e precisamente:
-Mediante l'ausilio integrale di software CAD
-Mediante l'impiego di tecniche di ingegneria inversa
La prima delle due precedenti è la strada che si percorre quando si realizza un prodotto che si ha già in mente e che si vuole mettere nero su bianco, oppure si deve procedere alla modifica di un prodotto esistente di cui si ha già il modello matematico. La seconda strada è indicata quando non si dispone o non esiste il modello matematico e si procede, mediante tecniche di ingegneria inversa (reverse engineering), ossia mediante appositi strumenti si scansiona la superficie dell'oggetto di cui si vuole il modello CAD.
Fase 2, costruzione del prototipo: Consiste nell'inviare alla stampante 3D il file STL  , e procedere con la deposizione del materiale strato per strato fino ad arrivare all'oggetto finale. Questa fase può durare alcune ore in funzione delle dimensioni dell'oggetto in particolare dell'altezza, pertanto un'accurata scelta dell'orientazione è importante sia per la finitura superficiale sia per ridurre i tempi macchina.
Fase 3, post trattamenti: Sono operazioni manuali il cui scopo è togliere l'oggetto stampato dalla macchina e liberarlo dal supporto o dal materiale in eccesso ed eventualmente operare ulteriori finiture. Queste possono essere semplici, nel caso in cui si tratta di rimuovere il prototipo dalle polveri in eccesso, o leggermente più complicate, come nel caso della tecnica PolyJET, dove si ricorre a un'idropulitrice che rimuove il liquido di supporto. In altri casi si può procedere a un miglioramento delle superfici ricorrendo a trattamenti superficiali quali l'impiego di carta abrasiva.

                                                                       

E-mail: amministrazione@plastikdesign.it

Tel: 06 52 14576       Fax: 06 5210013 

 


PLASTIK DESIGN © 2018